GEOLOGIA DEL MONTE GRAPPA

ALCUNI CENNI

Le rocce che costituiscono il massiccio del Grappa, dalla più antica alla più recente, sono: dolomia, calcari, rosso ammonitico, biancone e scaglia rossa.

L'origine del massiccio del Grappa, risalente a circa dieci milioni di anni fa, è da attribuire allo scontro ancora in atto fra la zolla del continente africano e quella europea. La collisione ha determinato il sollevamento dal mare della crosta terrestre che, corrugandosi, ha formato le catene montuose e le fasce collinari presenti sul territorio italiano.

Nell'ultima glaciazione quaternaria, tra 130.000 e 10.000 anni fa, alcuni piccoli ghiacciai si insediarono nelle parti più elevate del massiccio del Grappa, modellando le ampie conche disposte in direzione radiale attorno a Cima Grappa. La morfologia glaciale è ancora ben conservata anche a causa del carsismo che, favorendo lo scorrimento sotterraneo delle acque, ha reso quasi trascurabile, nell'era Postglaciale, l'azione modellante delle acque superficiali.