I LICHENI

I licheni sono organismi che derivano da un'associazione di tipo simbiotico tra un fungo ed un'alga ( simbiosi = organismi di specie diversa, animali e/o vegetali, che vivono assieme con reciproco vantaggio). Il fungo fornisce acqua, sali minerali e protezione all'alga e questa lo ricambia con la produzione di sostanze organiche attraverso la fotosintesi.

L’organismo che deriva dall’associazione è molto diverso da quelli che lo compongono, con caratteristiche sia morfologiche (dell’aspetto visibile) che fisiologiche ( del funzionamento) del tutto particolari. L’intero corpo vegetativo è detto tallo ed il bordo esterno è spesso formato da lobi di varia forma e dimensioni.

Il materiale a cui è attaccato è detto substrato. Il tallo può essere eteromero cioè formato da 4 strati denominati cortex superiore, strato algale, medulla e cortex inferiore od omomero cioè non differenziato in strati ma costituito da un intreccio di ife fungine nel quale sono frammiste alghe azzurre e mucillagini.

TALLO ETEROMERO

TALLO OMOMERO


L’introduzione nel percorso didattico di questo contenuto assume una particolare valenza se si considera che la sua apparente osticità ed assenza di significato possono diventare una ricchezza.

Senza entrare nei particolari, spesso affascinanti, di questo mondo è opportuno sottolineare che i licheni:

  • sono ben visibili ma nessuno li nota
  • sono diffusissimi su tutto il pianeta
  • sopravvivono ai climi più sfavorevoli
  • necessitano, per vivere, solo di aria ed acqua (pulite!)
  • sono sentinelle ambientali
  • crescono molto lentamente
  • la loro presenza è inversamente proporzionale a quella umana;
  • ... e sono bellini!

Possono diventare stimolo e mezzo per riappropriarsi della capacità di spostare il piano d’azione dello sguardo, di sentire, accorgersi, sorprendersi ed emozionarsi.

E' in preparazione una sezione dedicata alla classificazione, con criteri e chiavi dicotomiche.

Specie più frequenti nella zona di Treviso

TORNA SU